FONDO OSSOLA - GARIBALDI REDI

Il Fondo archivistico “Ossola - Garibaldi Redi” è patrimonio della dell'Archivio storico della Fondazione Aldo Aniasi e si compone di 12 cartelle di documenti cartacei, di materiale a stampa e di materiale audiovisivo. Il fondo è in fase di messa in sicurezza, schedatura e inventariazione.
Descrizione sommaria:
La parte cartacea riunisce documentazione prodotta dalla Giunta provvisoria di Governo della Repubblica Partigiana dell’Ossola e del Comando Militare unificato dell’Ossola. Si tratta nello specifico di disposizioni, circolari, corrispondenza privata tra la Giunta, il Comando militare, il CLNAI e i CLN territoriali relative all'organizzazione della vita civile (alimentazione, lavoro, assistenza, scuola, ordine pubblico, giustizia) e ai rapporti tra le formazioni che operarono nelle zone liberate. 

Nel contesto della Resistenza, l’esperienza, breve ma significativa,  delle repubbliche partigiane e di quella dell’Ossola in particolare, rappresenta l’espressione più tangibile  della volontà di realizzare un ordine politico e sociale diverso, una democrazia in cui siano riconosciuti e garantiti i diritti di libertà e i diritti sociali, primo fra tutti quello della libertà dal bisogno. Nella Repubblica dell’Ossola (10 settembre-14 ottobre 1944) si realizzano forme di partecipazione democratica dei cittadini ed esperimenti di democrazia (giunte comunali, Cln di paese, di vallata, di zona), anticipazioni dell’assetto futuro della vita locale quale avrebbe dovuto essere a Liberazione avvenuta. 
La Giunta Provvisoria di Governo si insedia l’11 settembre 1944. È presieduta dal professore socialista Ettore Tibaldi, e in essa sono rappresentate tutte le forze politiche. Rilevante, per esempio, il lavoro della Giunta per riattivare i servizi essenziali e l’attività a sostegno dei lavoratori: i liberi sindacati si ricostruiscono in luogo di quelli fascisti immediatamente disciolti; si ricostituiscono la Camera del Lavoro e le commissioni interne alle fabbriche e si riorganizzano le mutue; particolarmente curata anche l’assistenza sociale, a cui viene preposta, in qualità di Commissario della Giunta, Gisella Floreanini. Significativa anche l’azione della Giunta nel settore scolastico, con la definizione di un programma di riforma di ampio respiro: un’apposita Commissione didattica, presieduta dal commissario per l’istruzione, provvede, nell’imminenza della riapertura delle scuole, all’abolizione dei libri di testo incompatibili con i principi di libertà e democrazia

L’attività della Giunta Provvisoria di Governo

Una parte consistente del materiale documentario e a stampa riguarda l’attività della Giunta Provvisoria di Governo che si insedia l’11 settembre 1944, per assicurare all’Ossola una forma di vita ordinata e democratica. La Giunta opera in più direzioni, dall’ordine pubblico all’alimentazione della popolazione civile e delle formazioni partigiane; dai  servizi pubblici essenziali, all’amministrazione della giustizia, alla politica  finanziaria e scolastica. Dall’esame delle carte, è dunque, possibile, individuare  alcuni filoni tematici, corrispondenti ai diversi fascicoli conservati, e che possono rappresentare per gli  studiosi altrettante piste di ricerca:
  • L’economia, le finanze e il problema alimentare;
  • I rapporti con la Svizzera;
  • La riorganizzazione dei sindacati e delle organizzazioni di massa;
  • L’assistenza;
  • L’istruzione pubblica;
  • L’ordine pubblico;
  • Disciplina di circolazione;
  • Giustizia ed epurazione .

La II Divisione Garibaldi “Redi”

Consistenti le carte relative alla costituzione, organizzazione e attività della II Divisione Garibaldi “Redi” ,  di cui fu comandante Aldo Aniasi, con il nome di battaglia di “Iso”.  Dalla documentazione emergono, in particolare,  aspetti relativi all’organizzazione interna delle brigate che componevano la Divisione:  i servizi logistici (rifornimenti,  trasporto merci, distribuzione ecc.) i servizi di informazione,  quelli sanitari, l’attività di propaganda politica attraverso la diffusione di volantini e la pubblicazione del giornale “Stella alpina”, infine, l’amministrazione della giustizia  sia rispetto ai provvedimenti di disciplina interna  che in relazione al trattamento riservato ai nemici. Altrettanto significativa  la documentazione riguardante i rapporti con la popolazione ossolana e le altre formazioni partigiane.  Questi, dunque, le suddivisioni tematiche interne a questo fascicolo:

  • Il Comando di Divisione;
  • I comandi di brigata;
  • Gli approvvigionamenti;
  • Le requisizioni;
  • Il Servizio sanitario;
  • Il servizio informazioni e polizia;
  • La giustizia: disciplina interna e prigionieri nemici;
  • La stampa e la propaganda;
  • I rapporti con la popolazione civile; 
  • I rapporti con le altre formazioni partigiane dell’Ossola.

Circolari e bollettini di informazione del CLNAI:  si tratta nello specifico di circolari relative  alle operazioni militari, all’occupazione dei territori, alle modalità di amministrazione delle zone libere, ai rapporti con i Cln di zona ecc.

Stampa e propaganda: l’archivio conserva le pubblicazioni uscite durante i 40 giorni della libera Repubblica dell’Ossola:

  • “Liberazione”, Giornale  della Giunta provvisoria di Governo  e delle formazioni militari dei Patrioti dell’Ossola (4 numeri);
  • “Unità e Libertà, giornale della II  Divisione Garibaldina poi giornale delle Divisioni d’Assalto Garibaldi Valsesia-Cusio-Verbano-Ossola (3 numeri);
  • “Bollettino quotidiano di informazioni”, giornale della Giunta provvisoria di governo della zona liberata ( 16 numeri);
  • “Valtoce”, volantino quotidiano della divisione  e degli aderenti alla formazione (8 numeri);
  • “Il combattente”, giornale dei volontari della Libertà, Edizione per Domodossola (1 numero);
  • “L’Unità”, organo centrale del Partito comunista italiano, Edizione dell’Ossola liberata (1 numero);
  • “Avanti!”, giornale del Partito socialista italiano di unità proletaria, Edizione per Domodossola (1 numero);
  • “Il Patriota”, redatto dalla Brigata “Matteotti”, Domodossola (2 numeri);
  • F.D.G., organo del Fronte della Gioventù, Domodossola (1 numero).

Materiale fotografico
Il progetto prevede, inoltre, la catalogazione della documentazione fotografica conservata nel fondo, relativa ai luoghi, alle formazioni e ai protagonisti dell’Ossola.

Materiale audiovisivo
Il materiale comprende  diversi vhs e dvd in gran parte documentari  che ricostruiscono, attraverso le testimonianze dei protagonisti, le fasi principali della guerriglia sull’Ossola, la conquista del territorio e la successiva nascita della Repubblica partigiana. La  catalogazione e la salvaguardia di questo materiale si rivela essenziale anche ai fini della trasmissione della memoria e della didattica. 



https://drive.google.com/file/d/0B8bcCsEzG5UvMGsyMjVqRXZOODA/view?usp=sharing